skip to Main Content

Lord Travius

-Basta così! L’autrice ha già parlato abbastanza di altri libri! È tempo che parli profusamente del personaggio migliore, più sfaccettato e interessante che abbia mai creato, anzi, il più affascinante nell’intera letteratura mondiale: ME STESSO! –

Chiedo scusa al lettore che non sa nemmeno chi ha appena parlato: è Lord Travius, il capo dell’esercito di fantasmi che invade l’Italia nella mia nuova serie “L’invasione del paese già a soqquadro”.

-A questo punto solo chi non ti segue non la conosce. Ossia, ancora, un mucchio di persone, ma non temere! Dopo che avranno letto questo articolo e mi avranno conosciuto, le vendite schizzeranno alle stelle assieme al numero dei miei fan. Sai che ne ho già qualcuno, vero? –

È troppo tardi per correggerti la personalità, vero?

-La perfezione non si tocca e poi non puoi permetterti di modificare cose che hai già stabilito nei volumi, i buoni scrittori non lo fanno. Allora dicci, quale eccelsa ispirazione ti ha portato a crearmi? –

Un misto di cose, ma uno dei topos su cui ti ho costruito – e che incarni magnificamente, non lo dico solo perché volendo puoi mettere a ferro e fuoco da solo un’intera nazione – è quello della persona estremamente intelligente ma con un punto debole sciocco e/o comune. Sei un isterico infantile che scalpita per rimanere al centro dell’attenzione, ma anche una delle menti più brillanti del tuo vecchio pianeta, un ottimo manipolatore, stratega e pianificatore; senza più eroi perfetti da cartone animato a contrastarti facendoti salire la bile, la tua lucidità non è più offuscata e hai tutte le carte in regola per raggiungere i tuoi obbiettivi.

-Non erano i complimenti sperticati che meritavo, ma lascerò passare. Continua a parlare di me e mettici più impegno: lo sai che sono i cattivi a vendere le storie ed essere ricordati meglio dell’eroe. –

La tua cattiveria è un punto su cui ho lavorato a lungo: secondo me i cattivi migliori dei cartoni animati, quelli che fanno ridere e amare la serie non sono crudeli ma bastardi. Mi spiego: i crudeli sono quelli che si macchiano di delitti orribili come torture, genocidi, omicidi, cose orribili che lasciano segni permanenti e sono Male e basta. I bastardi, invece, sono quelli che pur avendo cattive intenzioni non compiono nessuna delle azioni sopra elencate rimanendo lo stesso una minaccia per gli eroi e hanno anche lati positivi, come un senso dell’umorismo proprio, una risata malefica, un loro tic, qualcosa che li faccia ricordare con un sorriso.

-Cos’è un “genocidio”. –

Ti mancano addirittura le parole per descrivere il male perché non esistevano nel tuo mondo di partenza.

-Comunque presto sarò il signore indiscusso del mondo intero, no? –

Non proprio…

-COME “NON PROPRIO”?! –

La forza ce l’hai per sottomettere il mondo, ma ci sono anche altri fattori, tra cui la stupidità umana e cose soprannaturali! Ora chiudo l’articolo prima che mi arrostisca! Continuate a seguirmi e leggere “L’invasione del paese già a soqquadro”!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top